ESTRATTI A INTERVISTE POCHI Meirino GUMERSINDO FERNANDEZ

Intervista a cura del giornalista Alberto Canal del 13 Febbraio 1998

intervista Fiera Buenos Aires Internazionale del Libro di 2016, sul libro Risveglio spirituale, ISBN 978-987-1621-20-0

Extracto de Entrevista concedida un Diego de Diario El Lector de Virasoro- CTE- Argentina

-Ahora que sabe ud. es Famoso, o ah conseguido que lo conocieran…Como Va a hacer para volver a la normalidad en la que Vivia? Ud. sabe, ahora muchos quienes no lo conocían, ahora lo conocen…para bien o, para mal..

Voy a seguir llevando una vida normale tranquila y de trabajo. No pienso cambiar mucho la vida que egli Llevado ESTOS días. Cambiará mi trabajo pero no mi forma de vivir

-Ahora que es Famoso, que nos puede decir que a los virasoreños admiran al “hombre”…y no los que lo juzgan…

Me imagino, è necessario avere un buon piede sulla terra e di essere convinto che passerà, come il passo che dava ud.

I, dovrebbe essere una lezione per tutti coloro che ancora non risvegliarsi dal suo sonno, e io non voglio dire che ud. dormiva, ma è stato un passo importante nella vostra vita, che molti sono scoraggiati o paura…

Per tutte quelle persone ud. è un esempio, almeno per me…

-Quello che posso dire ai giovani che non hanno ancora trovato il modo…

Sono d'accordo con te. I giovani di oggi hanno paura di amore e di consegna. Con un trattamento giovinezza è spesso sentito dire, ma non le ragazze che sono sposati e indietro ... E 'una generazione con la paura dell'amore. Cuando se Tiene miedo a amar de verdad ya ser amado así fieno desconcierto. Creo que eso es lo que pasa a los jóvenes están desconcertados.

-Per quanto riguarda il consiglio che può fornire, è consapevole del fatto che molte persone non prendono come prima…

E adesso ..., Io credo che lo farò meglio perché le persone si sentono difficile avvicinarsi al sacerdote, e non l'uomo. Coloro che hanno bisogno della Chiesa e dei sacramenti sarà lì ..., altri hanno bisogno del consiglio di qualcuno che vive come loro in mezzo al mondo.

Nota di Arturo Lezcano per La Voz de Galicia da Buenos Aires

La Voce di Galizia 9 Gennaio 2007

Un prete sposato in Argentina galiziano abitudini mentre

Gumersindo Meirino civile sposato con un collaboratore

Dato che 2001, ourensano sacerdote svolgere il lavoro sociale in una città di Corrientes

Il Vescovado di Ourense rammarica l'abdicazione di responsabilità

(Firma: Lezcano Arturo Gonzalez | Luogo: Buenos Aires)

Il matrimonio civile è un sacerdote galiziano ha scatenato un putiferio nella provincia di Corrientes, nel nord dell'Argentina. Ultimo 22 Dicembre, Gumersindo Meirino, Oseira naturale (Ourense) Maria sposata Goli, una donna che stava lavorando nella pastorale della Meirino nella piccola città di Virasoro, un 30 chilometri dalla città di Sao Tome Corrientes. Ci è venuto da Ourense galiziano sacerdote cinque anni fa per perseguire attività di lavoro sociale, e là incontrò Maria, nato a Buenos Aires, da cui si è innamorato "con una freccia ', le sue parole: "Era un missionario in questo settore, e compiti parti a seminari, colloqui, interviste, in un programma radiofonico, e lo sviluppo di un libro ». Alla fine di novembre, Meirino informato della diocesi di San Tomé sua determinazione a sposare, mentre dispensa papale ha chiesto lui liberarsi dei poteri del sacerdozio. Ma il Gumer padre capì che l'amore non vedeva l'ora di burocrazia ecclesiastica, e sposato senza la tonaca appesa, che ha portato alla condanna della diocesi, senza motivo, secondo lui: "Sono pienamente consapevole del fatto che secondo la legge di Dio al primo posto è di amare Dio sopra ogni cosa e il prossimo tuo come te stesso. La decisione che abbiamo preso dall'amore coniugale ', dichiarato Meirino, che ha un dottorato in teologia.

La gerarchia della Chiesa ha risposto con una lettera che è stata letta nelle Messe nella diocesi di Sao Tome di Domenica prima del matrimonio. E ha avvertito coloro che avevano intenzione di partecipare al matrimonio di Gumer e Maria avrebbe sofferto "peccato mortale". La coppia è andato sordo: "Vogliamo continuare il nostro modo di evangelizzazione, ma ora da un altro posto ", chiarito.

La questione ha continuato a generare entusiasmo in Argentina. Solo così non rispetti frivolizara, il settimanale The Reader, Virasoro, con la collaborazione Meirino, pubblicato la storia del sacerdote e ha offerto l'amore fotogiornalismo di matrimonio. "Lui è molto carismatico e amato in tutta l'area, e ha dovuto dirgli di allora saltare alla luce non come un problema dei media », dice Roberto Rodriguez, Meirino direttore del settimanale che ha pubblicato una colonna intitolata La buona notizia del Padre Gumer .

Da oggi la didascalia sarà cambiato a quello della buona notizia del Gumer .

Susana Prieto del La Regione giornale in Ourense Meirino Gumersindo intervista 6.V.2009

Susana: – Su che trasforma il contenuto di questo libro, Imprenditore del Santo. Sebastián de Aparicio, una storia vera?

Il libro ruota attorno alla figura del beato Sebastiano Aparicio, dal punto di vista. Dal momento della sua partenza da Gudiña e tour di diversi posti di lavoro in Spagna fino al suo arrivo in Messico. C'era lavoratore, Carter. E 'una storia attuale, un esempio di vita costringono sempre. Si tratta di un perfetto esempio di realizzazione dell'uomo che tutti noi aspiriamo e che tutto quello che possiamo fare; non importa la geografia, lingua, circostanze storiche, del tempo, nemmeno la religione. L'essere umano aspira sempre alla stessa meta.

Cultura bassa, perché Sebastian, non sapeva né leggere né scrivere, lottare per il primo obiettivo ho nessuno, fatto nel loro materiale. Dopo più e punta a conseguire benefici come datore di lavoro, non solo, ma anche per altri, con il suo lavoro la creazione di nuovi sentieri e percorsi. Anche Aparicio è un uomo che ama. Si sposò due volte, poi rimase vedova. E lui continuava a guardare fino a quando trovò la spiritualità di Francesco d'Assisi. Dal momento che la spiritualità francescana ha incontrato Dio e la sua vita è stata trasformata.

Con la p. Abbiamo scoperto le gioie Isorna, le sue sofferenze e anche gli eccessi che possono aver fatto per arrivare a quel misticismo che desiderava.

Susana: Che cosa hanno fatto con questo libro, qual è l'obiettivo?

Abbiamo cercato di raccontare il mondo di oggi che l'essere umano ha dentro di sé le forze che lo stesso sconosciuto. Oggi Sebastian de Aparicio in Messico dice Santo ed è una figura importante nella sua storia, non solo nella comunità cristiana, ma come esempio di lotta dell'uomo, generoso, intrepido, e morale, come si dice.

Si dice che entrambi i libri di auto-aiuto se manteniamo lo spirito di comunione con Dio. Sebastián de Aparicio è un vero e proprio testamento.

Susana: Quanto tempo si stava lavorando su di esso?

Dal momento in cui sono arrivato al Gudiña e ho trovato la piastra porta sacerdotale vissuto qui dicendo Beato Sebastiano di Aparicio.

Da quel giorno ho smesso di prendere appunti, raccogliere informazioni, letteratura e soprattutto esperienze in giro per la sua figura. Traducendoli in un libro era un'idea condivisa con mia moglie Maria e il gruppo di lavoro della Editorial Da Oriente a Occidente.

Perché il genitore Isorna questo lavoro?

Attraverso questa ricerca e di affetto che è venuta per questo santo uomo che ho incontrato mi hanno impressionato P. Isorna. A seguito della mia nomina a parroco di Gudiña, è venuto un invito a recarsi in Messico per il quarto centenario della sua morte, avvenuta nel 2000.

Da allora continuo a un profondo affetto, il rispetto e la simpatia per il P. Isorna che cresceva ogni giorno. Con essa ho scoperto lo spirito francescano, si manifesta nei modi, nella loro cortesia, nel suo umorismo, sul suo volto sempre sorridente. Noi stavamo condividendo i colloqui, sulla vita di Aparicio, parti in Gudiña, intorno a San Sebastián de Aparicio e l'altro O santo francescano Tameirón, San Francisco Bianco.

Perché lo scrivere?

Nessuno meglio di lui può contare uno. Che cosa si scopre quando si legge il libro, perché gli scrittori non sono parole, ma sedersi e parlare con un amico, con un genitore, ricordando aneddoti da un altro amico, un altro fratello di nome Sebastian de Aparicio.

Ci sono punti in cui la P. Isorna dice che se avesse avuto prima di Sebastián de Aparicio avrebbe sfidato,…, bene non vi dico di più, perché se non si sta andando a voler leggere il libro.

Purtroppo il padre non poteva viaggiare età Isorna in Fiera, ma apprezzare attraverso i media in qualche modo presente

Come è stata la presentazione a Buenos Aires?

Il libro è stata un'esperienza scioccante. La Fiera di Buenos Aires, dire è il più importante di tutti di lingua spagnola, è una cornice carina per questo libro da far conoscere. E soprattutto, perché Aparicio è una persona che simboleggia l'unione spirituale tra il villaggio galiziano e Sud America; tra l'Unione europea e l'americano; tra Occidente e Oriente, che è uno degli obiettivi della Editoriale, l'unione di popoli e culture attraverso il dialogo fraterno.

Cosa fai ora dopo aver lasciato il sacerdozio?

In primo luogo deve essere chiaro che non ho mai lasciato il sacerdozio, Sono ancora un prete. Egli dice che la nostra teologia ordinazione è “in aeternum” (per sempre). Dire ora esercitare il mio sacerdozio come prima, celebrando Messe, e amministrando i sacramenti, ma tutto il resto mi sento prete.

I libri che scrivo sono “sacerdotale”, nel senso che cerco di essere luce e guida per contribuire a soddisfare la Verità, con la bellezza, vale a dire, con Dio. I programmi radiofonici, seminari, conferenza, … tutti hanno lo stesso spirito ho cercato di vivere dall'Ordinazione nell'anno 1991.

NB. Susana, passeggiando per Fiera, sicuramente, il campus è enorme, Ho immaginato mio padre lato Isorna, mettendo la mano sotto l'abitudine di prendere le chicche a tutte le persone che erano, come è stato in Messico o ancora fare a Santiago de Compostela.

Sentivo che non potevo stare con me a parlare della Beata, come ha fatto in Messico.

***

Grazie per la visita

Per tornare alla pagina iniziale clik la freccia:

Icon7